Da anni si assiste alla lunga processione alimentata da illustri economisti e commentatori che intendono partecipare al “funerale” del dollaro pronosticandone la fine come valuta di riferimento globale.Tuttavia il sottoscritto ha una memoria di lunga