Il grafico H4 evidenzia una fase laterale che dura da circa un mese, in un range da 1.0835 a 1.10125.

Venerdì 7 luglio, dopo i deludenti Payrolls, l’euro si è apprezzato di oltre 100 pips (1.0970), pur non rompendo il range. Potremmo aspettarci un test a 1.10. Tuttavia, notiamo che il CCI25 presenta una condizione di ipercomprato superiore ai tre massimi precedenti. Notiamo anche che il prezzo è prossimo alla banda superiore del CAP Channel, indicatori che suggeriscono un possibile ritracciamento durante la settimana nella fascia di 1.09.

I movimenti del venerdì dei Payrolls sono sempre un po’ nervosi e causati, a volte, da logiche speculative di breve periodo. Noi, come sempre, aspettiamo che le strategie ci confermino l’andamento del prezzo. Calmi e imperturbabili.

Il grafico settimanale ha chiuso venerdì 7 al di sopra delle tre settimane precedenti, ben sopra l’EMA 21.
Il CCI è sopra lo zero quindi l’euro è tonico nel medio termine.

Tuttavia, teniamo presente l’incipiente recessione, soprattutto in Germania. Eventuali movimenti significativi dell’euro dipenderanno dai fondamentali dell’economia dell’UE.