In questa pagina troverete commenti sulle principali notizie che possono incidere sul mercato. È molto importante essere informati e seguire l’uscita di dati che presagiscono orientamenti significativi nel medio periodo, quali ad esempio:

Tuttavia non dobbiamo fare trading nell’imminenza delle notizie, né subito dopo. Ci sono falsi movimenti, spesso la notizia è già stata scontata nei prezzi e potreste assistere a movimenti contrari derivanti da prese di profitto degli istituzionali. L’autocontrollo è la chiave nel trading, ci vuole calma e pazienza. Molti hanno ansia di entrare sul mercato e ne escono troppo tardi.

Ricordate: i mercati si muovono in base alle aspettative che anticipano le notizie. Tipico è il periodo precedente la riunione di una Banca Centrale che deciderà la politica monetaria. Se le aspettative sono di un aumento dei tassi i grandi investitori compreranno nei giorni precedenti, facendo salire la quotazione e vendere massicciamente immediatamente dopo la notizia: è la fiera dei falsi break out, che causano perdite ai trader individuali e favoriscono gli istituzionali.

Questo si riassume nel vecchio detto: buy the rumors, sell the news (compra le voci, vendi la notizia).

Quindi si aspetta la notizia e si osserva come si posiziona il mercato. Seguendoci nel tempo, capirete meglio il senso.

  • Eppure il dollaro…

    Da anni si assiste alla lunga processione alimentata da illustri economisti e commentatori che intendono partecipare al “funerale” del dollaro pronosticandone la fine come valuta di riferimento globale.Tuttavia il sottoscritto ha una memoria di lungaContinua

  • La FED ha lasciato inalterati i tassi

    Mercoledì 20 settembre la FED ha lasciato inalterati i tassi come previsto. Powell ha però chiaramente indicato la possibilità di un ulteriore aumento dello 0.25 entro l’anno lasciando intendere che i tassi rimarranno ancora altiContinua

  • Analisi tecnica EUR/USD – 29 luglio

    Dopo aver toccato il massimo dell’anno a 1.1275 contro il dollaro l’euro sembrava ben impostato per raggiungere la successiva resistenza a 1.1495 anche in forza della rottura di una resistenza dinamica importante: la media mobileContinua

  • Paradigma Cambiato?!

    Mercoledì scorso la FED ha aumentato di 25 basic points (0,25%) il tasso di riferimento che ora oscilla fra 5.25 e 5.50. Era stato previsto ma erano molto attese le dichiarazioni di Powell dopo laContinua

  • Analisi tecnica EUR/USD – 19 luglio

    Dopo un rally di 440 pips iniziato il 6 luglio l’euro ha toccato il giorno 18 un massimo di 1.1275. Sempre il giorno 18 la candela evidenzia incertezza configurandosi come una Doji. Anche il giornoContinua

  • Analisi tecnica EUR/USD – 7 luglio

    Il grafico H4 evidenzia una fase laterale che dura da circa un mese, in un range da 1.0835 a 1.10125. Venerdì 7 luglio, dopo i deludenti Payrolls, l’euro si è apprezzato di oltre 100 pipsContinua